Category: Slider_principale
domande ras 37_1 37_4
Entro questo mese le domande alla Regione Sardegna per gli atleti di alto agonismo in base ai risultati sportivi ufficiali e ai meriti scolastici SCADENZA: 31 LUGLIO 2020 ◊ Il presidente regionale FIDS Daniele Pittau ricorda ai responsabili delle società sportive affiliate la scadenza del prossimo 31 luglio, ore 13:00, entro cui è possibile presentare alla Regione Autonoma della Sardegna le domande per due tipologie di contributi economici ad atleti isolani di elevate doti tecnico-agonistiche, in base alla Legge Regionale 17/99 (articolo 37/1 in base ai risultati conseguiti e articolo 37/4 per le borse di studio per merito agli atleti-studenti di scuole secondarie e facoltà universitarie).
PREPARAZIONE DOCUMENTI ◊ Per le associazioni sportive interessate il dott. Pittau è come sempre a disposizione per le necessarie dichiarazioni federali e per il supporto all'istruzione delle pratiche, che dovranno essere tempestivamente richieste all'indirizzo di posta elettronica della presidenza Fids Sardegna, email sardegna@fids.it (mob/whatsapp. 329.8382659).

Qui di seguito i criteri richiesti per ottenere i contributi previsti dai due differenti articoli:
  1. Contributi per atleti isolani di elevate doti tecnico agonistiche art. 37 comma 1 della L.R. 17 maggio 1999, n. 17 Possono accedere ai contributi i sodalizi sportivi che abbiano atleti tesserati, destinatari finali del contributo, in possesso dei seguenti requisiti: - aver praticato sport attivo in ambito regionale per almeno 5 anni;
    - aver conseguito particolari risultati e riconoscimenti in campo nazionale e internazionale, ricadenti rigorosamente nelle tipologie agonistiche elencate nella successiva tabella, nelle ultime due stagioni agonistiche (2018 e 2019);
    - non aver superato il 30° anno di età, ad eccezione degli atleti affiliati alle Federazioni sportive riconosciute dal CIP.
  2. Borse di studio per atleti isolani di elevate doti tecnico agonistiche art. 37 comma 4 della L.R. 17 maggio 1999, n. 17 Possono accedere ai contributi gli atleti che, avendo conseguito i risultati agonistici previsti per l’art. 37 comma 1, hanno frequentato istituzioni scolastiche e Università degli Studi della Sardegna conseguendo, nell'anno scolastico 2018/2019, i seguenti esiti o votazioni: - la media dell’8 nelle Scuole secondarie di primo grado; - la media del 7 nelle Scuole secondarie di secondo grado o 80/100 all’esame di maturità; - la media di 27/30 all’Università.
Le richieste di contributo devono essere presentate esclusivamente per via telematica attraverso il sistema informatico online SUS (Sportello Unico dei Servizi), raggiungibile al seguente indirizzo: http://sus.regione.sardegna.it
CONI_ENTE_DI_PROMOZIONE_CMYK
29 giugno 2020 - 14:33, by , in Homepage, Slider_notizie, Slider_principale, Comments off
EMERGENZA COVID-19. A seguito della situazione creata dalla pandemia, il CONI sostiene l'assegnazione di contributi straordinari alle associazioni sportive dilettantistiche affiliate. A tale scopo il Comitato Olimpico Nazionale Italiano ha autorizzato i comitati territoriali CONI a poter destinare, in competenza 2020, quota parte del proprio patrimonio netto al 31 dicembre 2018, nell'ammontare massimo del 50%, per il sostegno della ripresa delle attività sportive nel proprio territorio. Scarica il modulo da compilare a cura del legale rappresentante dell'associazione sportiva affiliata: Domanda Contributi CONI Sardegna In attuazione di tale disposizione, il CONI Sardegna ha deliberato di destinare l’importo complessivo di € 980.732,63 (novecentottantamilasettecentotrentadue/63) alle ASD ed SSD affiliate alle FSN, DSA ed EPS aventi diritto, con sede nel territorio isolano e iscritte rispettivamente al Registro Nazionale del Coni e all’Albo Regionale delle Società e delle Associazioni sportive, secondo le condizioni e i criteri indicati nel regolamento approvato in occasione della riunione della Giunta Regionale CONI Sardegna del 26 giugno scorso. Scarica qui di seguito il  Regolamento Contributi CONI Sardegna CONI_ENTE_DI_PROMOZIONE_CMYK
fids_coni_cip
5 giugno 2020 - 1:58, by , in Comitato Regionale, News Dalla Regione, News Fids, Slider_notizie, Slider_principale, Comments off

IL PROTOCOLLO FEDERALE per le associazioni sportive affiliate 
 

FAQ – Domande Frequenti (link federdanza.it)

>> L’atleta che si presenta per frequentare la lezione deve portare l’autodichiarazione ogni volta oppure basta la priva volta per accedere?

Ogni volta che qualsiasi persona entra nel locale deve presentare l’autodichiarazione come espressamente previsto dal Protocollo applicativo di sicurezza.

>> L’autodichiarazione allegata al protocollo va fatta firmare anche agli atleti non agonisti?

La dichiarazione va fatta firmare a tutti coloro che entrano nella scuola, siano essi atleti tesserati e non. Anche ospiti, etc.

>> Nell’autocertificazione è indicato che, in caso di atleta minorenne, è prevista la firma dei genitori. E’ necessaria la firma di entrambi?

Deve essere fatta da entrambi i genitori al fine di consentire la ripresa dell’attività sportiva di comune accordo per il minore.

>> E’ necessario che il certificato medico per l’atleta sia valido?

I certificati devono essere validi al momento della ripresa dell’attività. Non ci possono essere deroghe.

>> Per le coppie/duo composte da conviventi è possibile riprendere l’attività di contatto?

Al momento la FIDS ha inviato richiesta di deroga all’Ufficio per lo Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Il Ministro per lo Sport Spadafora, in occasione di una sua diretta social ha espressamente vietato ogni contatto diretto anche se tra coingiunti/conviventi (link alla diretta). Il distanziamento rimane un caposaldo delle misure di prevenzione varate dal Governo.

>> La polizza assicurativa copre gli infortuni dovuti alle attività “online” o svolte all’aperto?

L’attuale polizza assicurativa non copre le attività on line svolte dalle singole associazioni private ma solamente nei casi previsti dalla FIDS e da essa organizzate. Allo stesso modo, non potendo verificare la qualità del piano ballabile all’aperto non sono previsti risarcimenti in caso di danno.

>> E’ obbligatorio procedere alla sanificazione attraverso ditte esterne e certificate?

Il Ministero della Salute, con propria nota del 22 maggio 2020 avente ad oggetto “Indicazioni per l’attuazione di misure contenitive del contagio da SARS-CoV-2 attraverso procedure di sanificazione di strutture non sanitarie (superfici, ambienti interni) e abbigliamento”, ha inteso presentare alcuni elementi relativi agli aspetti di sanificazione delle strutture non sanitarie, per facilitare l’approccio, da parte dei gestori delle attività, agli interventi sulle superfici e sugli ambienti interni lasciando pertanto al titolare la valutazione del contesto per attuare idonee, mirate ed efficaci misure di sanificazione.
  clicca per ingrandire
Comitato regionale sardegna